San Pelino (Corfinio)
Home | Invia Foto | Contatti | Credits
english
NewsLinksEventiPartners
OspitalitàParchiItinerariCittà e PaesiCastelliChiese medievaliEremiArtigianatoGastronomiaNotizie ed Eventi
 Home » Chiese medievali » San Pelino (Corfinio)
L'Aquila
Santa Lucia
(Rocca di Cambio)
S. Maria ad Cryptas
(Fossa)
S. Maria Assunta
(Caporciano)
S. Maria valle Porclaneta
(Magliano de' Marsi)
S. Pelino
(Corfinio)
San Pellegrino
(Caporciano)
S. Pietro
(Massa d'Albe)
S. Pietro Oratorium
(Capestrano)
Chieti
S. Giovanni in Venere
(Fossacesia)
Pescara
S. Bartolomeo
(Carpineto)
S. Clemente a Casauria
(Castiglione a Casauria)
S. Liberatore a Maiella
(Serramonacesca)
S. Maria D'Arabona
(Manoppello)
S. Maria del Lago
(Moscufo)
S. Maria in Piano
(Loreto Aprutino)
S. Maria Maggiore
(Pianella)
S. Tommaso
(Caramanico)
Teramo
S. Clemente al Vomano
(Notaresco)
S. Giovanni ad Insulam
(Isola del Gran Sasso)
S. Maria Assunta
(Atri)
S. Maria a Vico
(Sant'Omero)
S. Maria di Propezzano
(Morro D'Oro)
S. Maria di Ronzano
(Castel Castagna)
S. Pietro a Campli
(Campli)

 San Pelino (Corfinio)


La chiesa ha origini antichissime e la leggenda vuole che sia stata edificata nel IV secolo nel luogo dove era stato rinvenuto il corpo del Santo martire Pelino.Nel 1075 il vescovo Trasmondo reclutò diverse maestranze benedettine e intraprese la riedificazione di questa cattedrale. Il complesso di edifici che oggi possiamo ammirare è costituito da due corpi distinti e comunicanti: il mausoleo di S. Alessandro papa e la cattedrale di S. Pelino.

L’oratorio di S. Alessandro fu costruito per custodirvi le spoglie mortali del santo papa, anche se non esiste la certezza della presenza di queste reliquie.
Il mausoleo (attualmente non visitabile), si trova a destra della cattedrale e presenta un’aula rettangolare oltre la quale si apre una piccola abside circolare affrescata con dipinti del XII secolo. La facciata della cattedrale di S. Pelino è caratterizzata da un unico portale romanico decorato con motivi vegetali; un accenno particolare merita la bellissima abside maggiore decorata con colonnine e tre finestre arcuate.

L’interno ha una pianta a tre navate divisa da piloni e arcate a tutto sesto e con una pavimentazione in pietra. L'abside, affrescato da dipinti, è illuminato da tre finestre. La parte sottostante è coperta dal bellissimo coro ligneo del 1738. Di notevole importanza il pulpito collocato a metà della navata centrale,(1176-1180), che per gusto e ricchezza si ricollega a quello si S. Clemente a Casauria.

18/10/2007


  Home | Invia Foto | Contatti | Credits
© 2004-2005 - Grafica e contenuti sono proprietà di Abruzzo Verde Blu - Credits: