Fossacesia
Home | Invia Foto | Contatti | Credits
NewsLinksEventiPartners
OspitalitàParchiItinerariCittà e PaesiCastelliChiese medievaliEremiArtigianatoGastronomiaNotizie ed Eventi
 Home » Citt e Paesi » Fossacesia
L'Aquila
L'Aquila
(L'Aquila)
Pescocostanzo
(Pescocostanzo)
Scanno
(Scanno)
Sulmona
(Sulmona)
Chieti
Chieti
(Chieti)
Fossacesia
(Fossacesia)
Francavilla al mare
(Francavilla al mare)
Guardiagrele
(Guardiagrele)
Lanciano
(Lanciano)
Ortona
(Ortona)
San Salvo
(San Salvo)
San Vito Chietino
(San Vito Chietino)
Vasto
(Vasto)
Pescara
Pescara
(Pescara)
Caramanico Terme
(Caramanico)
Città Sant'Angelo
(Citt Sant'Angelo)
Loreto Aprutino
(Loreto Aprutino)
Penne
(Penne)
Spoltore
(Spoltore)
Montesilvano
(Montesilvano)
Teramo
Teramo
(Teramo)
Alba Adriatica
(Alba Adriatica)
Atri
(Atri)
Campli
(Campli)
Castelli
(Castelli)
Giulianova
(Giulianova)
Martinsicuro
(Martinsicuro)
Pineto
(Pineto)
Roseto degli Abruzzi
(Roseto degli abruzzi)
Silvi
(Silvi)
Tortoreto
(Tortoreto)

 Fossacesia


 

Abitata già in epoca preromana dai Frentani, nel medioevo Fossa Cecca divenne feudo del monastero benedettino di San Giovanni in Venere e ne seguì le alterne vicende storiche.

Il primo nucleo abitato di Fossacesia è da ricollegare alla colonizzazione monastica dei benedettini già intorno al IX secolo.
 

Il primo monastero fu edificato dal conte longobardo Tesmondo II e divenne un’abbazia cassinese.

Ma è con l’abate Oderisio II tra il 1155-1204 che  l’edificio fu ricostruito dalle fondazioni con la realizzazione del nuovo complesso abbaziale più ampio e funzionale; le cui strutture corrispondono alle attuali.
 
(foto dal sito: www.sangiovanninvenere.it)  
 
E’ questo il periodo di maggiore floridezza dell’abbazia di Fossacesia con i suoi grandi possessi e ben 80 monaci interni al monastero.
Con la morte di Oderisio II il monastero iniziò un lento e progressivo declino con alterne vicende fino al 1936 qundo i Padri Passionisti si stabilirono nel complesso monastico ed effettuarono le necessarie opere di restauro.
 
Fossacesia è formata da un nucleo posto su una panoramica altura e da un altro lungo la costa, Fossacesia Marina.

Il litorale presenta una vegetazione ricca e spiagge di ciottoli e sabbia, variegando il paesaggio costiero del medio Adriatico di baie e insenature, profumate di ginestre e finocchietto marino. Sugli scogli che affiorano a pochi metri dalla riva, antiche costruzioni in legno dominano gli alti fondali con pennacchi e impalcature della sapiente arte locale di pescare restando a riva. Si tratta dei trabocchi abruzzesi, celebrati da D’Annunzio per il fascino misterioso di queste piattaforme saldate alla scogliera, oggi tutelate da leggi regionali come beni culturali primari.

 
Fossacesia è conosciuta soprattutto per l’Abbazia di San Giovanni in Venere, fondata nell’ottavo secolo sulle rovine di un tempio romano dedicato a Venere.

Nella facciata colpisce il portale in pietra e marmo detto della Luna (sec.XIII) ai cui lati troviamo lastre di marmo bianco scolpito a rilievo che raccontano la storia di Giovanni Battista. Bellissime le tre absidi, raffinatissime e di gusto arabeggiante (1165). All’interno la chiesa si presenta  a tre navate, divise da dodici pilastri che sostengono archi ad ogiva. Il presbiterio è sopraelevato rispetto al piano dell’aula dove è collocato l’altare, costituito da un’antica lastra di marmo.
Sotto il presbiterio si trova la cripta, con volte a crociera e affreschi del XII e XIII secolo nei catini delle absidi.

 
 
 
 
07/02/2013


  Home | Invia Foto | Contatti | Credits
© 2004-2005 - Grafica e contenuti sono proprietà di Abruzzo Verde Blu - Credits: