Francavilla al mare
Home | Invia Foto | Contatti | Credits
NewsLinksEventiPartners
OspitalitàParchiItinerariCittà e PaesiCastelliChiese medievaliEremiArtigianatoGastronomiaNotizie ed Eventi
 Home » Città e Paesi » Francavilla al mare
L'Aquila
L'Aquila
(L'Aquila)
Pescocostanzo
(Pescocostanzo)
Scanno
(Scanno)
Sulmona
(Sulmona)
Chieti
Chieti
(Chieti)
Fossacesia
(Fossacesia)
Francavilla al mare
(Francavilla al mare)
Guardiagrele
(Guardiagrele)
Lanciano
(Lanciano)
Ortona
(Ortona)
San Salvo
(San Salvo)
San Vito Chietino
(San Vito Chietino)
Vasto
(Vasto)
Pescara
Pescara
(Pescara)
Caramanico Terme
(Caramanico)
Città Sant'Angelo
(Città Sant'Angelo)
Loreto Aprutino
(Loreto Aprutino)
Penne
(Penne)
Spoltore
(Spoltore)
Montesilvano
(Montesilvano)
Teramo
Teramo
(Teramo)
Alba Adriatica
(Alba Adriatica)
Atri
(Atri)
Campli
(Campli)
Castelli
(Castelli)
Giulianova
(Giulianova)
Martinsicuro
(Martinsicuro)
Pineto
(Pineto)
Roseto degli Abruzzi
(Roseto degli abruzzi)
Silvi
(Silvi)
Tortoreto
(Tortoreto)

 Francavilla al mare


Il paese di Francavilla al mare si estende  in parte lungo il litorale e in parte in collina.

È stata una frequentata stazione balneare fin dai primi decenni del XIX secolo.

Nel Convento di Santa Maria del Gesù nacque il celebre cenacolo artistico michettiano.
 

Questo convento, abitato fino alla soppressione delle comunità religiose, passò successivamente al comune. Nel 1883 fu acquistato dal pittore abruzzese Francesco Paolo Michetti, che vi creò una delle comunità artistiche più caratteristiche di fine Ottocento.
Il cenacolo fu animato oltre che da Michetti, anche dal poeta Gabriele D’Annunzio, dallo scultore Costantino Barella, dal musicista Francesco Paolo Tosti, da Edoardo Scofoglio e da Matilde Serao.

Questa struttura oggi è conosciuta come il Convento Michetti.

 
L’ex convento dei domenicani è stato restaurato per realizzare il museo dedicato a Michetti, il Mumi.

Qui sono esposte le due celebri tele di Michetti, Gli storpi e Le serpi.

La seconda guerra mondiale ed i bombardamenti hanno trasformato l'antica conformazione urbanistica del Paese Alto ed oggi non rimangono che poche mura e sei torri medioevali:
la Torre d'Argento conservata integralmente, la Torre Di Giovanni, ridotta a poco più di un rudere e la Torre Masci, il Torrione del 1570 e le due torri superstiti, Torre De Monte, e la Torre Rapinesi.
 
La chiesa parrocchiale di San Franco è stata costruita dopo la seconda guerra mondiale,

sul luogo dove sorgeva la chiesa di Santa Maria Maggiore.

Il nome deriva dal fatto che al suo interno si conservano le reliquie del santo eremita Franco. Al suo interno si trovano le vetrate decorate dai Cascella e un ostensorio del 1413 di forma gotica, opera dell'orafo Nicola da Guardiagrele.

L’estate di Francavilla è animata durante i tre giorni della Festa di San Franco, il 16,17 e il 18 Agosto, con processioni, bande musicali e gli spettacolari “fuochi pirotecnici” a mare.

Tra le varie iniziative culturali è importante ricordare il Premio Nazionale di Pittura “F.P.Michetti”, che si tiene ogni anno d’estate.
07/02/2013


  Home | Invia Foto | Contatti | Credits
© 2004-2005 - Grafica e contenuti sono proprietà di Abruzzo Verde Blu - Credits: