Santa Maria ad Cryptas (Fossa)
Home | Invia Foto | Contatti | Credits
english
NewsLinksEventiPartners
OspitalitàParchiItinerariCittà e PaesiCastelliChiese medievaliEremiArtigianatoGastronomiaNotizie ed Eventi
 Home » Chiese medievali » Santa Maria ad Cryptas (Fossa)
L'Aquila
Santa Lucia
(Rocca di Cambio)
S. Maria ad Cryptas
(Fossa)
S. Maria Assunta
(Caporciano)
S. Maria valle Porclaneta
(Magliano de' Marsi)
S. Pelino
(Corfinio)
San Pellegrino
(Caporciano)
S. Pietro
(Massa d'Albe)
S. Pietro Oratorium
(Capestrano)
Chieti
S. Giovanni in Venere
(Fossacesia)
Pescara
S. Bartolomeo
(Carpineto)
S. Clemente a Casauria
(Castiglione a Casauria)
S. Liberatore a Maiella
(Serramonacesca)
S. Maria D'Arabona
(Manoppello)
S. Maria del Lago
(Moscufo)
S. Maria in Piano
(Loreto Aprutino)
S. Maria Maggiore
(Pianella)
S. Tommaso
(Caramanico)
Teramo
S. Clemente al Vomano
(Notaresco)
S. Giovanni ad Insulam
(Isola del Gran Sasso)
S. Maria Assunta
(Atri)
S. Maria a Vico
(Sant'Omero)
S. Maria di Propezzano
(Morro D'Oro)
S. Maria di Ronzano
(Castel Castagna)
S. Pietro a Campli
(Campli)

 Santa Maria ad Cryptas (Fossa)


In seguito alla forte scossa di terremoto avvenuta alle 3.32 del 6 aprile 2009, la chiesa di Santa Maria ad Cryptas, gioiello dell’arte medievale abruzzese, è stata pesantemente danneggiata sia a livello strutturale sia per la perdita di alcune porzioni del ciclo di affreschi duecentesco.
 
Questa chiesa, risalente alla seconda metà del XIII secolo, fu costruita secondo i canoni dello stile gotico-cistercense. All’esterno presenta una sobria facciata, ma all’interno, ad una sola navata, conserva due dei cicli di affreschi più antichi e meglio conservati del Medioevo abruzzese.

Gli affreschi più antichi si fanno risalire alla fine del duecento e sono di scuola benedettina. Sulla parete di destra si trovano le storie dell’antico testamento con Cristo che dà origine al Sole e alla Luna, la creazione degli animali, la creazione dell’uomo e della donna, il peccato originale e la cacciata dal Paradiso. Nel presbiterio gli affreschi riguardano il Cristo che si trova tra i Santi, e ancora l’ultima cena, il bacio di Giuda, la Flagellazione, la Crocifissione e il Seppellimento.

Il Giudizio Finale occupa l’intera controfacciata con Cristo, gli Apostoli, gli Eletti, la resurrezione dei morti, in basso l’inferno con i dannati e distaccato S. Michele che con la bilancia pesa le anime. Un riferimento agli affreschi di Bominaco è costituito dall’illustrazione dei mesi. In epoca successiva fu eseguito sulla parete di sinistra un ciclo mariologico. Vi troviamo l’Annunciazione, la Madonna con in braccio il Bambino, e altre figure di Santi quali S. Caterina d’Alessandria e S. Rocco.

12/05/2009


  Home | Invia Foto | Contatti | Credits
© 2004-2005 - Grafica e contenuti sono proprietà di Abruzzo Verde Blu - Credits: